martedì 2 aprile 2013

Recensione: La Gemma di Siena di Marina Fiorato




Prezzo: € 17,60
Ebook: € 12,99
Pagine: 320
Editore: Nord
Genere: Romanzo Storico

Siena 1723. Pia de Tolomei non può immagine a quale destino l'ha "venduta" il padre: un matrimonio d'interesse con il rampollo della casata dell'Aquila, impensabile per lei che appartiene alla Civetta... In seguito alla morte del suo promesso sposo lei e Riccardo Bruni, il fantino della Torre che lo ha soccorso dopo la caduta da cavallo, scopriranno una congiura dei capi delle contrade ai danni della Duchessa Violante de Medici....

Una trama coinvolgete e molto realistica quella de La gemma di Siena, basata su fatti storici e scritta con maestria.
I personaggi sono tutti ben delineati, o gnu ben caratterizzato e con un ruolo ben preciso all'interno della storia.
Protagonisti indiscussi sono Pia de Tolomei, Riccardo Bruni e la Duchessa Violante de Medici: intorno a loro ruota gran parte della storia.
Pia è la figlia del capitano della contrada della Civetta, una giovane donna coraggiosa che non si vuol piegare al volere del padre e sposare un uomo spietato e meschino. Una donna caparbia, che riuscirà alla fine a conquistare la sua libertà.
Riccardo è un uomo semplice, figlio di un maniscalco, appartiene al popolo e a Siena, con la sua umiltà, la sua onestà e il suo coraggio saprà conquistare i cuori sia di Pia sia della Duchessa.
Violante, una donna che porta dentro di sè profonde cicatrici, che ha saputo affrontare la vita a testa alta e che è disposta a tutto pur di far si che sia la giustizia a prevalere su Siena e i Senesi.
La storia è narrata in terza persona, il libro è diviso in capitoli ed ogni capitolo porta il nome di una contrada senese. La Fiorato ha suddiviso il libro in brevi capitoli, rendendo la lettura più leggera e veloce al contempo. Inoltre l'autrice ha la capacità di render vivi i fatti da lei narrati, sa coinvolgere il lettore, conducendolo per le vie senesi e nel cuore delle contrade. 
Pagina dopo pagina ci si appassiona alla lettura, si impara a conoscere in maniera profonda ogni personaggio provando amore, odio, paura e anche disprezzo.
Un racconto questo che farà nascere in voi emozioni contrastanti e che vi farà provare il brivido del Palio, coinvolgendovi come se foste presenti durante la corsa.
Molti i colpi di scena, che contribuiscono ancor di più a mantenere alta l'attenzione del lettore e a rendere piacevole la lettura.
Non manca la storia d'amore, ma è appena accennata, più una cornice alla vera trama, giusto per dare un pizzico di romanticismo, ma senza eccedere.
Un libro consigliatissimo soprattutto a chi ama i racconti storici: vi ritroverete a camminare per le strade di Siena, a fare il tifo per la vostra contrada preferita e a piangere persi nei ricordi della vita di Violante de Medici!



valutazione 5

Nessun commento:

Posta un commento