mercoledì 15 maggio 2013

Recensione : L'arte segreta dei rimedi del cuore di Regina O'Melveny



Prezzo:  € 18,90
Ebook : € 9,90
Pagine: 341
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Romanzo  collana Pandora


Venezia 1590. 
Gabriella Mondini è un medico, l'unico medico donna della Serenissima grazie alla sua dedizione nella cura dei malati e all'ala protettiva del padre grande medico rispettato e temuto. 
Purtroppo da quando il padre è partito anni prima ,per le ricerche necessarie a finire il suo libro dei rimedi, la sua vita è cambiata e la Gilda dei medici trova il modo di escluderla gettando la ragazza nello sconforto. 
Il padre si è sempre tenuto in contatto con lei ma ormai è passato molto tempo dall'ultima missiva. Gabriella preoccupata decide di partire alla sua ricerca seguendone le tracce per l'Europa e non poche insidie e pericoli troverà sul suo cammino.



Venezia fa da sfondo alla storia di Gabriella e della sua famiglia con i suoi lussi veri e apparenti. Città che risulta essere tanto libertina quanto chiusa verso le donne che vogliono emergere.
La protagonista Gabriella risulta essere una ragazza forte e testarda. Supportata dal padre a sfidare le convinzioni dell'epoca si troverà di colpo priva di tale appoggio soffrendone sino al punto di voler partire, nonostante per una donna sia pericoloso muoversi soprattutto se conosce l'uso di erbe e medicine.
Nonostante sia ben descritta dall'autrice si fa fatica ad entrare nell'intimo di Gabriella, ci sarà sempre un certo distacco con lei e non scatta l'identificazione o la partecipazione alle sue pene. Una cosa che risalta molto è la testardaggine che la porta in giro per l'Europa, nonostante molte sventure e perdite dolorose sembra non volersi fermare mai.
Il padre è una figura ingombrante ed ambigua, talmente dedito alla stesura del suo libro sui rimedi da dimenticare la famiglia e "scappare" da essa, con un segreto che non vuole rivelare.
Tanti altri personaggi graviteranno attorno a Gabriella e a suo padre, saranno ben descritti e con un ruolo definito a volte utile a rendere la vicenda più coinvolgente.
Il libro scorre veloce e si legge bene, la trama non è proprio originalissima e poteva magari essere più avvincente in alcuni punti.
Molto interessante la descrizione delle malattie dell'epoca e dei rimedi che si usavano, sapendo poi dell'epoca in cui è ambientata la vicenda si sente l'ombra incombente della caccia alle streghe cercando proprio tra le donne che curavano i malati.





valutazione 5













Nessun commento:

Posta un commento