LE NOSTRE RECENSIONI


Recensione: Caldo come il Fuoco di Jennifer L. Armentrout


Prezzo: € 12,97
E-book: € 7,99
Pagine: 400
Editore: Harlquin Mondadori
Genere: Paranormal Romance

Layla ha 17 anni, è per metà Demone e per metà Gargoyle e vive insieme ai Guardiani, aiutandoli con i suoi poteri a sconfiggere i demoni che si aggirano sulla Terra.
Layla non si sente un demone, ma sa anche di non esser un Guardiano e ciò che la fa stare male è che non può baciare nessun essere con un'anima, perchè la sua metà demoniaca la mangerebbe e ciò le impedisce di esser felice e la porta a star lontana da Zaine, il Guardiano per il quale ha una cotta..
Una sera incontra Roth, un demone di alto livello, che l'aiuta e il giorno dopo entra a far lezione nella sua classe di Biologia: Layla vorrebbe stargli alla larga, ma evitarlo diventa difficile, soprattutto perchè più di una volta lui corre in suo aiuto salvandole la vita... Perchè i demoni le danno la caccia? Perchè la loro presenza sulla Terra è umentata? Quale segreto le nascondono i Guardiani?


Si sa difficilmente la Armentrout mi delude, ma mai avrei pensato che fosse capace di riuscire a sorprendermi più di quanto ha fatto fino ad ora, ma in fondo mai dire mai!

Rispetto ai soliti Paranormal Caldo come il fuoco ha una trama davvero originale, poichè protagonisti di questo libro sono i Demoni dell'Inferno e i Gargoyle, creature create dagli Angeli del Paradiso!
Inizialmente ho storto un pochino il naso quando ho letto che si trattava dell'eterna lotta tra Angeli e Demoni, ma poi ho iniziato questa nuova avventura firmata Jennifer L. Armentrout ed ho capito che come sempre dalla sua penna era nato qualcosa al di sopra dei soliti clichè e che avevo tra le mani una nuova bellissima gemma letteraria!
Protagonisti indiscussi sono Layla, una mezzo sangue figlia di un Demone e di un Guardiano, e Roth, misterioso e bellissimo demone di alto livello, in poche parole un nobile: itnrono a loro ruotano vari personaggi, tra cui alcuni umani compagni di scuola di Layla, Zayne, il Guardiano con cui è cresciuta la ragazza e per il quale nutre qualcosa, vari componenti del clan dei Guardiani e non poche creature infernali! Alcuni dei personaggi che si incontrano durante la lettura son ben caraterizzati, altri sono appena accennati, ma tutti indistintamente compaiono perchè hanno un ruolo all'interno della storia o nella vita di Layla.
Layla non viene mai descritta fisicamente, fatta eccezione per il colore dei capelli, di lei si sa solo che è terribimente insicura, sola, triste, ma anche molto forte, determinata e capace di sacrificarsi totalmente per le persone che ama: era da tanto che non mi affezionavo alla protagonista femminile di un libro, ma con Layla è davvero impossibile restare distaccati e non farsi coinvolgere. Roth è un vero e proprio mistero, ogni tanto mostra qualcosa di sé e quel poco che mostra fa girare la testa anche a chi legge! Per quanto riguarda gli altri personaggi posso solo dirvi che Stacey e Sam sono spassosissimi e con i loro battibecchi e le battutine continue allegeriscono la letture, donando al lettore parecchie risate!
l'ironia che caratterizza la maggior parte dei libri della Armentrout qui è meno accentuata e non vi sono assolutamente scene di sesso, tutto il caldo del titolo è racchiuso in qualche bacio e nelle battutine a doppio senso di Roth.
Fin dalle prime pagine il lettore si ritrova subito nel pieno della storia, gli viene subito spiegato cosa sono i Guardiani e qual è la loro missione: nulla viene lasciato al caso, nelle 400 pagine che costituiscono il libro vengono fornite tutte le informazioni necessarie per avere un'idea precisa della trama e del ruolo di ogni personaggio, i misteri legati a Layla e i Guardiani vengono svelati piano piano, vengono fornite informazioni incomplete che stimolano il lettore ad andare avanti e alla fine tutta la curiosità accumulata viene soddisfatta completamente.
La Armentrout con questo libro non si è risparmiata: molte scene d'azione, alcune un pochino splatter, le descrizioni sono minuziose sia dei combattimenti sia di tutte le emozioni che vengono provate dai vari protagonisti, tutto viene raccontato con una tale cura che il lettore riesce ad immaginare ogni singola scena e alla fine viene travolto dalle emozioni provate da Layla vivendole e rendendole reali...
400 pagine possono sembrare tante, ma vi assicuro che non vi renderete conto della lunghezza del libro, perchè una volta iniziato non avrete il tempo di annoiarvi o esser distratti da altro, la lettura scorrerà veloce occupando totalmente la vostra mente, ogni centimetro quadrato del vostro corpo sarà in costante tensione e in attesa di vedere che piega prenderà la storia, volerete in alto con demoni e gargoyle e alla fine resterete senza parole, risucchiati in un finale insaspettato.
Di tutti i libri letti fino ad ora della Armentrout questo è quello che, a mio parere, coinvolge maggiormente il lettore, non ha lati negativi o momenti morti, anzi è un continuo crescendo di adrenalina, nulla è mai scontato e i vari colpi di scena aumentano in maniera esponenziale l'entusiasmo che per tutta il tempo pervade il lettore!
Caldo come il fuoco è azione, romanticismo, mistero e avvenura, un libro che divorerete e da cui verrete letteralmente risucchiati...
Lasciatevi tentare da Roth e scoprite insieme a Layla i simpatini "animaletti" che il demone nasconde su di se e i nomi buffi che gli ha dato, ma soprattutto fate buon uso del vostro libero arbitrio e decidete da che parte volete stare: Demoni o Guardiani? E ricordate che "spesso sono le anime più pure quelle capagi delle peggiori cattiverie"...

Vi lascio la canzone che canticchia tutto il tempo Roth accompagna da una delle frasi più romantiche che sia mai stata scritta "Ho perso me stesso nel momento in cui ho trovato te"










valutazione 5

Commenti

  1. Grazie per ave lasciato il tuo commento da me. Ti aspetto ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania... tutto bene?

      Elimina
  2. Ho letto tutti i libri della Armentrout pubblicati in Italia fin ora. Ho un rapporto complicato con questa autrice: i suoi romanzi mi ispirano sempre ma mai mi convincono totalmente. Non gli ho mai messo più di tre stelle... fino a questo. Questo l'ho adorato! Si è beccato 5 stelle piene <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosita pure io... Adoro la Armentrout, ma a parte la serie Ti aspettavo tutte le saghe paranormal che ha scritto non sempre mi convincevano... Questa invece è da Oscar!!

      Elimina
  3. Ce l'ho in lista e non vedo l'ora di comprarlo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su su che ora sono usciti tutti e tre e poi sul sito costano anche meno!

      Elimina
  4. Mhh, devo leggerlo, ma so che la Armentrout non mi deluderà :P

    RispondiElimina
  5. Letto quando è appena uscito e mi sono innamorata di Roth (ovviamente). Non so come la cara Jennifer riesca a stupirmi e catturarmi ogni volta con storie diverse...geniale...sto per iniziare "Freddo come la pietra"..non vedo l'ora di leggere la tua recensione al riguardo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Armentrout riesce sempre a farmi un buco in petto con le sue storie... ne sono dipendente!

      Elimina
  6. Ciao, ma che bella recensione *-*
    Io ho adorato la trama e l’ambientazione di questo romanzo, come del resto degli altri libri di Jennifer e ovviamente non ho potuto evitare di amare i personaggi (Team Roth).
    L’unico problema è la scrittura della Armentrout, con cui io non vado particolarmente d’accordo perché non riesce a soddisfarmi a pieno… Uff…
    Bello, però.
    Se vuoi leggere la mia recensione clicca quiiii c: .
    Grazie in anticipo se deciderai di passare,
    Rainy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :)
      Grazie per i complimenti ^^
      Penso che purtroppo molto vada perso con la traduzione purtroppo :(
      Passo volentieri a leggere la tua opinione!

      Elimina

Posta un commento